Dariusz Miliński

Note della Gaia scienza di Nietzsche

 Reinterpreta la povertà come una condizione di necessità, cosicché la sua vista non ci ferisca più e possiamo smettere di prendercela con il destino.

Non appena però il prossimo (o la società) raccomanda l’altruismo per motivi di utilitàt si mette in pratica proprio il principio opposto, «devi cercare il vantaggio anche a spese di tutti gli altri», cioè si predica allo stesso tempo un «tu devi» e un «tu non devi!».

Non predestinato alla conoscenza.

Esiste un’umiltà disdicevole e niente  fatto rara per cui chi la possiede non sarà mai capace di diventare un se-  guace della conoscenza. Ovvero: nel preciso istante in cui una persona di  questo tipo percepisce qualcosa di sorprendente, volta le spalle e si dice:  «Ti sei ingannato! Dov’erano mai i tuoi sensi! Questa non può essere la ve-  rità!» e quindi, invece di guardare e ascoltare più attentamente, corre via  da quella cosa sorprendente più alla svelta che può, cercando di cacciarsela  di testa. Il suo canone interiore recita, infatti: «Non voglio vedere niente  che contraddica l’opinione comune sulle cose! Sono forse fatto per scopri-  re nuove verità? Quelle vecchie sono anche troppe».

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: