Dietmar Gross : Crazy Nature

Fascino dell’imperfezione.

Vedo qui un poeta che, come alcuni uomini,  esercita più fascino con la sua incompiutezza che con tutto quello che pren- de forma sotto la sua mano: sì, i suoi vantaggi e la sua fama gli derivano  molto di più dalla sua incapacità che dalla sua forza. La sua opera non  esprime mai completamente quello che egli vorrebbe esprimere e avervi visto: sembra che si sia pregustato una visione, senza averla mai davvero  contemplata — ma nella sua anima è rimasta un’immane cupidigia di quella visione, da cui nasce l’immane eloquenza del suo desiderio e della sua fame. Così egli solleva colui che lo ascolta al di sopra della sua opera e di tutte le «opere», e gli dà ali per volare, per salire così in alto dove altrimenti  gli ascoltatori non salgono: e così, divenuti essi stessi poeti e visionari, tributano all’artefice della loro felicità una grande ammirazione, come se li  avesse condotti direttamente alla contemplazione del suo ultimo sancta  sanctorum, come se avesse raggiunto il suo scopo e avesse davvero contemplato e comunicato la sua visione. È un bene, per la sua fama, che egli non  abbia raggiunto il suo scopo.

(Nietzsche)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: