LA TUA STORIA PERSONALE (cioè la tua vita) È SOLO UNA STORIA

Ciò che sei non ha niente a che fare con ciò che credi di essere.

Se la comprendi davvero, questa è una notizia che può cambiarti la vita.

In un certo senso, più che cambiarti la vita questa realizzazione dà il colpo di grazia alla tua vita, è l’atto che fa calare il tuo sipario, il sipario del tuo personaggio, il sipario della tua vita, anzi della vita che credi – o hai creduto – di vivere.

La tua storia personale, che tu ne sia cosciente o meno, è fondata sulle impressioni della mente, su credenze biologiche, sociali, spirituali, consce, inconsce.

Cosa rimane di una storia se si rimuovono le credenze che ne sostengono il copione?

Rimane un racconto privo di importanza, cioè non rimane niente di ché.

Questo è stata la tua vita: un racconto privo della benché minima importanza.

 

Di nuovo, questa è un’ottima notizia, se sai coglierla con lo spirito giusto, con la mente lucida, aperta, disincantata, cioè libera da qualsiasi credenza-giudizio-pensiero-aspettativa.-impressione-fantasia-desiderio.

Per caso si trova in queste condizioni la tua mente?

Mhm… per saperlo basta che osservi la tua reazione a questa affermazione:

Ciò che credi essere la tua vita non vale niente!

La tua storia personale vale zero!

 

Come ha reagito la tua mente?

Ha fatto la permalosa, vero?

Tranquilla sei in buona compagnia: non sei l’unica a credere nella preziosità della propria storia personale.

Sarebbe a dire che non sei l’unica a credere che ciò che sei coincide con ciò che credi di essere.

E probabilmente non sai neppure che ciò che credi essere la tua vita è soltanto una storiella.

Amen.

Forse lo realizzerai o forse no. Ad ogni modo quel che credi non ha assolutamente importanza.

Quel che conta davvero, l’essenza, non dipende da nessuna credenza, da nessuna storia personale-familiare-collettiva, pertanto è fuori dalla tua portata, fuori dalla portata della tua mente che crede a certe storie piuttosto che ad altre e non si accorge che una storia è sempre solo e soltanto una storia. Anche quando si tratta della storia di Alice nel paese delle meraviglie, della storia di Gesù, della storia di Atlantide, della storia di tua madre, della storia dell’umanità.

La tua vita è solo una storia, che tu ci creda o meno…

(ZeRo)

4 Risposte to “LA TUA STORIA PERSONALE (cioè la tua vita) È SOLO UNA STORIA”

  1. Francesca Says:

    Grazie zero, non ho capito perché la lettera è indirizzata ad una persona femminile, comunque sono in parte d’accordo con lei perché come è vero che nell’essenza si è profondamente vivi e recettivi è anche vero che la società nel senso di collettività chiede di indossare una maschera in quanto la collettività è cultura antica, vecchia, presente e nuova e le maschere hanno da sempre il loro arcano simbolismo, i loro messaggi e significati a coloro che sono di fronte. Il medico come l’avvocato indossano la maschera di medico e di avvocato e non potrebbe essere altrimenti. Ritornando al valore delle storie e all’essenza della vita e della persona, manca qualcosa che le congiunga e che riappacifichi gli animi implosi in sé stessi, dentro la loro storia magari scritta da altri, quel legame di congiunzione credo che si possa chiamare amore, l’amore in cui l’essenza trova rifugio ed è apprezzata e riconosciuta come tale, l’amore dove la vita può narrare altre storie, infinite altre storie dove ognuno si sente proprio e vero perché in contatto con il suo nucleo più profondo.

    • ZeRo Says:

      ciao.
      Qui mi andava di usare il femminile però, nella realtà, il maschile o il femminile non hanno alcuna importanza… maschio e femmina sembrano importanti solo nella storia personale o collettiva.
      Dal mio punto di vista la vita e la natura sono una maschera, una storia.
      Questo universo è una maschera, un velo, una proiezione proprio come le proiezioni cinematografiche.
      Sull’amore, come su tutto il resto, ognuno può dire la sua… per me è un concetto speciale concepito all’interno della storia umana. Oltre tale storia non c’è amore, né odio, né paura.
      Comunque non importa ciò che scrivo… le parole sono semplici mattoncini di storie a cui la mia mente non è molto interessata.

      • Francesca Says:

        Salve, le rispondo brevemente, sarebbe bello cancellare gli errori propri e altrui come se davvero la vita fosse un film e senza le proiezioni forse si sarebbe anche più sinceri gli uni con gli altri odio e amore pace e guerra. La psiche dell’uomo deve proiettare perché questa è una sua funzione vitale come il ghepardo corre a 80 km orari, ma se questa proiezione è satura di sé stessi e, come uno specchio si rivolge sulla propria vita non vi è altro da fare che sperare in generazioni migliori. Grazie per avermi risposto.


Rispondi a Francesca Cancella risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: